FANDOM


Il Distruttore era un'antico automa Asgardiano di uso bellico utilizzato come guardia da Odino alla sua Camera delle Armi posta nel Palazzo Reale di Asgard. Il Distruttore obbedisce unicamente al legittimo sovrano di Asgard, non importa chi possa essere il re in quel momento e come lo sia diventato. Di conseguenza, il Distruttore può essere adoperato sia da individui dotati di buone che cattive intenzioni.

StoriaModifica

Il Distruttore uccise tre Giganti di Ghiaccio su ordine di Odino nel momento in cui quest'ultimo percepì la loro presenza nella Sala dei Trofei, interrompendo la cerimonia di incoronazione di Thor a Re di Asgard. Dopo che Loki usurpò il trono in assenza del padre, decise di utilizzare il Distruttore al fine di mandarlo sulla Terra ad uccidere suo fratello Thor.

Il Distruttore venne così spedito da Asgard su Midgard tramite il Ponte del Bifrost, trovandosi di fronte agli agenti dello S.H.I.E.L.D.. Tentando di stabilire un contatto, Phil Coulson e Jasper Sitwell provarono a persuadere il Distruttore ad identificarsi, ma vennero rapidamente attaccati dall'automa Asgardiano.

Alla ricerca di Thor, il Distruttore giunse fino alla piccola città di Puente Antiguo in Nuovo Messico ingaggiando un breve combattimento con Lady Sif e i Tre Guerrieri, fino a quando lo stesso Thor, ancora privo dei suoi poteri, non si presentò di persona di fronte all'automa; Conscio che ci fosse Loki al comando del Distruttore, Thor propose al fratello di prendere la sua vita chiedendo in cambio che alla gente della città non venisse fatto altro male. Il Distruttore colpì quindi un fragile Thor con un colpo letale lasciandolo in fin di vita, ma il suo atto di sacrificio permise a quest'ultimo di riottenere i poteri del Dio del Tuono e di fronteggiare infine il Distruttore, il quale rimase dapprima danneggiato durante il conflitto e infine sconfitto.[1]

Il corpo del Distruttore venne in seguito confiscato dagli agenti dello S.H.I.E.L.D. e deportato al Quartier Generale dello S.H.I.E.L.D. a New York. Un anno dopo la battaglia di Puente Antiguo, gli scienziati dello S.H.I.E.L.D. riuscirono dopo molti tentativi a riattivare l'automa ricostruendolo completamente.[2]

Un'arma in grado di sparare raggi di energia simili a quella del Distruttore verrà in seguito realizzata dai laboratori dello S.H.I.E.L.D. Quest'arma verrà poi utilizzata da Phil Coulson contro Loki a seguito di una'attacco all'Helicarrier.[3]

CapacitàModifica

Fino a molti secoli fa, le funzioni del Distruttore non comprendevano l'avanzata tecnologia bellica posseduta dagli automi attuali. Ciononostante, il Distruttore venne costruito da Odino al fine di proteggere e custodire gli artefatti conservati all'interno della Camera delle Armi, di difendere Asgard, e, quando gli viene ordinato, anche di annientare e distruggere qualsiasi bersaglio gli venga indicato. Il Distruttore funziona al volere di chiunque detenga il possesso di Gungnir, la lancia prediletta dei sovrani Asgardiani, e gli si possono quindi ordinare sia azioni malvagie che buone a seconda di chi risiede sul trono in quel momento. E' persino in grado di fermare attacchi con il suo corpo rigirandosi su se stesso in modo da colpire il nemico ovunque si trovi. Il Distruttore è stato progettato esclusivamente per l'utilizzo come arma durante le battaglie e per svolgere il compito di custode e protettore.

PoteriModifica

Forza: Le imponenti dimensioni del Distruttore e il materiale da cui è composto gli conferiscono una forza incredibile tale da scagliare, apparentemente senza sforzo, un'automobile con un colpo a molti metri di distanza. La sua forza è tale da permettergli di sconfiggere ed uccidere con facilità qualunque comune umano, Gigante di Ghiaccio o semplice Asgardiano.

Resistenza: Il Distruttore è composto da un corpo metallico ottenuto con la forgiatura di materiali unici, che gli conferiscono un'eccellente resistenza ad ogni tipo di danno. Anche nel caso rimanga infilzato da una lancia di fattura Asgardiana il Distruttore è in grado di continuare a funzionare tranquillamente senza riportare il benché minimo danno. Inoltre, pare che non esistano armi umane in grado di uccidere o danneggiare un Distruttore.

Raggio di Energia: Il Distruttore possiede un potere nascosto all'interno del suo corpo il quale può essere rilasciato da un'apertura all'altezza della sua testa. Nel preparare l'attacco, parte della sua struttura facciale si ritrae verso la parte inferiore del corpo lasciando un'apertura simile ad una lanterna, da cui emette un devastante raggio di energia arancione e bianco ad alta temperatura. L'impatto con questo fascio di luce è talmente potente da ridurre un'automobile in pezzi o vaporizzare un essere vivente, per poi ristabilire nuovamente la sua struttura facciale una volta che l'attacco è terminato.

Struttura Corporea Rivoltabile: Il Distruttore possiede la capacità di rigirare pezzi della sua struttura corporea in modo da ottenere un'illimitato raggio d'azione per colpire i suoi obiettivi. Se attaccato alle spalle, è in grado di rivoltarsi totalmente roteando ogni tipo di articolazione in modo da attaccare il nemico dietro di lui. Questa tecnica venne adoperata dal Distruttore dopo che Sif tentò di infilzarlo saltandogli sulle spalle durante la battaglia di Puente Antiguo, dove l'automa si rigirò su se stesso in modo da colpirla con uno dei suoi fasci di energia.

Punti DeboliModifica

Il Distruttore funziona unicamente se mosso dal volere di colui che detiene la lancia Gungnir, di conseguenza le sue azioni non possiedono una morale in quanto possono servirsene differenti individui. Essendo un servitore, Il Distruttore può essere tranquillamente sconfitto o fermato direttamente da un'ordine impartitogli dal suo padrone, compiendo quindi un gesto di autodistruzione. Può anche essere eliminato in seguito all'attacco di un'altra arma incantata dalla potenza superiore come Mjølnir, la quale vene adoperata proprio da Thor per sconfiggere l'automa.

CuriositàModifica

  • Nei fumetti, il Distruttore venne creato originariamente da Odino per combattere i Celestiali.

NoteModifica

Template:Gallery

External LinksModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.